Insonorizzazione pareti, come difendersi dai rumori molesti?

Un tecnico sta provvedendo all'insonorizzazione di alcune pareti

I rumori molesti, provenienti da vicini rumorosi, traffico stradale o altre fonti, possono compromettere la qualità della vita all’interno di un’abitazione o ufficio. Spesso, in questi casi, la soluzione è solo una: insonorizzare le pareti.

Ecco in che cosa consiste l’insonorizzazione delle pareti e quando è utile (o indispensabile) per migliorare il comfort acustico degli ambienti. Inoltre, forniamo un esempio pratico di insonorizzazione mediante contropareti, una delle soluzioni più adottate per praticità ed efficacia.

Cos’è l’insonorizzazione delle pareti e quando è utile

L’insonorizzazione delle pareti è una pratica volta a ridurre la trasmissione del suono attraverso le strutture murarie. Quando si vive in ambienti con elevata densità abitativa, o semplicemente si desidera godere di un ambiente tranquillo, l’insonorizzazione diventa un aspetto essenziale.

Ecco alcuni casi in cui è utile, e talvolta indispensabile, insonorizzare le pareti per proteggersi dai rumori esterni.

  • Per vivere tranquillamente anche in presenza di vicini rumorosi.
  • Se si hanno strade trafficate nelle vicinanze.
  • Se si vive sopra, o vicino, a locali commerciali (negozi, locali pubblici o discoteche).

L’insonorizzazione delle pareti può essere vantaggiosa anche all’interno dell’abitazione, ad esempio, per:

  • isolare le camere da letto dal rumore delle aree comuni o degli impianti domestici.
  • isolare acusticamente eventuali sale dedicate alla musica o al cinema.

Come scegliere la giusta soluzione di insonorizzazione

La scelta della soluzione di insonorizzazione dipende da vari fattori, tra cui la fonte del rumore, la struttura dell’edificio e, non da meno, il budget disponibile.
È compito dei geometri professionisti consigliare la strategia più adatta alle esigenze specifiche.

Presso GMG Studio Tecnico, studio di geometri a Milano, vantiamo professionisti qualificati e certificati pronti a offrire una consulenza personalizzata e attenta alle caratteristiche specifiche della tua abitazione o ambiente lavorativo. Non esitare a contattarci cliccando qui. O, se preferisci, puoi chiamarci direttamente al +39.02.33514307.

Insonorizzazione contropareti: una soluzione comune (perché efficace!)

Come accennato precedentemente, presso GMG Studio Tecnico offriamo consulenze personalizzate per fornire risposte specifici alla tua situazione. Tuttavia, qui iniziamo a esplorare una soluzione ampiamente adottata, apprezzata per la sua efficacia e facilità d’installazione.

Per coloro che cercano soluzioni di insonorizzazione efficaci e facilmente implementabili, una delle tecniche più comuni e utilizzate è l’installazione di contropareti insonorizzate. Queste strutture aggiuntive vengono installate parallelamente alle pareti esistenti e creano uno strato isolante che riduce la trasmissione del suono.

Le contropareti insonorizzate sono progettate con materiali appositi in grado di assorbire e bloccare le onde sonore. L’efficacia di questa soluzione è potenziata dallo spazio creato tra la parete originale e la controparete: una barriera aggiuntiva alla propagazione del suono.

Questa tecnica è efficace nel contrastare rumori provenienti da fonti esterne, così come nel mitigare i disturbi sonori provenienti da stanze adiacenti.

Un esempio pratico di controparete

Esistono diverse modalità per realizzare contropareti. Un esempio pratico sono le contropareti acustiche realizzate con cartongesso preaccoppiato a materiali fonoisolanti.

Esistono due modi differenti per realizzare queste contropareti:

Contropareti incollate

In questa modalità, le contropareti acustiche vengono direttamente incollate alla parete esistente. Questo metodo è solitamente preferito quando lo spazio è limitato. Tuttavia, è generalmente considerato meno efficace rispetto alla seconda opzione.

Contropareti a secco con intercapedine

In questo caso, viene lasciato uno spazio tra la parete esistente e la nuova parete in cartongesso. Questo spazio, noto come intercapedine, agisce come un ulteriore strato isolante. Questo metodo è particolarmente indicato quando si dispone di spazi più ampi e offre un livello di isolamento superiore.

Con questi esempi pratici e concreti, speriamo di averti offerto una chiara visione di come sia possibile migliorare l’insonorizzazione delle pareti per garantire un ambiente tranquillo e confortevole.

È importante sottolineare che quanto esposto rappresenta solo un’introduzione all’argomento. Per approfondimenti specifici sulla tua situazione e per ottenere una consulenza personalizzata, ti invitiamo a cliccare qui e contattarci.