Pro e contro della ventilazione meccanica controllata: cos’è, vantaggi e svantaggi

Alcuni dispositivi che regolano la ventilazione meccanica controllata domestica

La ventilazione meccanica controllata è uno degli elementi essenziali delle case passive, cioè delle abitazioni costruite per avere un consumo energetico tendente allo zero e un basso impatto ambientale.

La ventilazione meccanica controllata è un sistema che aspira l’aria esausta negli ambienti interni e la porta verso l’esterno.

Impianti centralizzati o decentralizzati

Esistono diversi tipi di impianti di ventilazione meccanica: impianti centralizzati, in cui un solo motore si occupa del ricambio dell’aria in ogni locale, o impianti decentralizzati, o puntuali, istallati cioè in ogni stanza.

Gli impianti decentralizzati, di solito, vengono preferiti ai centralizzati in caso di istallazione successiva alla costruzione.

Gli impianti di ventilazione meccanica più evoluti sono dotati di uno scambiatore di calore: nel momento in cui l’aria esausta viene espulsa dall’abitazione, cede calore all’aria nuova e filtrata in ingresso. Se gli impianti hanno lo scambiatore di calore si distinguono in:

  • impianti a singolo flusso, per cui in una sola tubazione si alternano aria in uscita ed aria in entrata,
  • a doppio flusso, con tubazioni riservate all’uscita e tubazioni riservate all’entrata dell’aria.

La ventilazione meccanica controllata i pro e i contro: i vantaggi

I principali vantaggi di un impianto di ventilazione meccanica controllata sono: controllo del microclima interno e immissione nell’ambiente di aria filtrata priva di particolati.
Una soluzione che evita la formazione di muffe e permette di tenere sotto controllo il grado di umidità interna. Il filtraggio dell’aria è essenziale perché garantisce all’interno degli ambienti aria pura priva di pollini e polveri e riduce di molto la presenza di acari.

Inoltre, come abbiamo visto la ventilazione meccanica controllata è parte integrante dei sistemi di una casa passiva. La sua istallazione evita la dispersione di calore e, dal momento che gli infissi devono essere ermetici, anche la creazione di ponti termici.
Questo si traduce in un consistente risparmio energetico e una diminuzione di emissioni di CO2.

Tra i tipi di impianti di ventilazione meccanica controllata indicati sopra, centralizzato e decentralizzato, è difficile stabilire il più conveniente, dipende dalle caratteristiche dell’abitazione.
In generale possiamo affermare che un impianto centralizzato richiede meno manutenzione, ma necessita di opere murarie: le tubazioni devono raggiungere da un unico punto tutte le stanze.
L’impianto decentralizzato invece richiede uno scambiatore per ogni stanza, le opere murarie sono decisamente meno impattanti, ma la moltiplicazione delle macchine implica un aumento dei costi di acquisto.

I vantaggi non finiscono qui. L’istallazione di infissi ermetici riduce considerevolmente l’impatto dei rumori esterni e rappresenta una barriera efficace contro le effrazioni.

Gli svantaggi

Un parziale svantaggio della ventilazione meccanica controllata è rappresentato dai costi di istallazione. Si tratta, comunque, di un contro parziale: grazie al risparmio energetico le spese si ammortizzano abbastanza velocemente.
Tuttavia, l’istallazione rimane un intervento invasivo, se realizzato a posteriori e non in fase di progettazione. Richiede infatti opere murarie con la creazione di intercapedini e controsoffitti e, a volte, la sostituzione degli infissi.
Inoltre è essenziale che l’impianto sia adeguatamente dimensionato, altrimenti non garantirà i vantaggi sopra indicati. Quindi, è bene verificare se su edifici esistenti esistono le condizioni per fare un intervento a regola d’arte.
Se previsti in fase di progettazione, questi svantaggi tendono però ad annullarsi.

Gli impianti di ventilazione meccanica controllata sono perfetti per chi ama una casa tecnologica, per chi ha necessità di aria particolarmente pura, per chi vive ai piani alti dei grattacieli, dove aprire le finestre potrebbe rappresentare una difficoltà, e per chi è attento all’ambiente.